Breve Biografia

fotodavidecurriculumNato a Grosseto il 9 marzo del 1980 in una famiglia che ha da sempre avuto modo di lottare per rivendicare la sua differenza, la breve storia del suo cognome è infatti iniziata con l’abbandono in fasce del suo trisnonno a cui quello fu affidato senza particolare attenzione, ha superato la guerra con il bisnonno ed è stato inaspettatamente consegnato a suo padre da sua nonna costretta in anni decisamente difficili al ruolo di ragazza madre da un compagno fuggito poco prima delle nozze.

E’ cosi che Davide nasce in questa famiglia semplice di operai e lavoratori che gli trasmette la voglia di conoscere, l’orgoglio per la sua identità, la capacità di indignarsi di fronte alle ingiustizie e la forza per far valere i suoi diritti. Per compiacerli e per suo piacere completa gli studi superiori e poi si laurea in Sociologia a “La Sapienza” di Roma ottenendo in seguito anche un Master in “Governance Politica”.

L’ARTE: E’ durante l’adolescenza che trova nella scrittura una potente valvola di sfogo, uno strumento comunicativo formidabile che gli permette di fare ordine nella sua mente, di comunicare in maniera più vera e profonda. Si alternano scritti, poesie, visioni. Inizia il progetto di “Scomposto Rimuginare Quotidiano” che negli anni successivi diventerà anche un blog ma che nell’idea originaria è il contenitore nel quale sistemare ogni produzione letteraria o pseudoletteraria. Un progetto che già nel titolo non nasconde la natura confusa del suo cammino frutto forse anche dell’appartenenza ad una generazione cresciuta dopo la fine delle ideologie e dei grandi punti di riferimento, Davide invece di farsi impaurire dal quotidiano “navigare a vista” ne fà quindi l’elemento distintivo della sua scrittura.

LA POLITICA: Sin da piccolo ha avuto una fortissima passione per la Politica, e negli anni di studio romano sente la necessità di tornare nella sua terra per fare qualcosa di concreto; è cosi che nel 2001 fonda l’Arcigay a Grosseto e inizia l’attivismo nell’associazionismo LGBT che continuerà fino al 2009 alla presidenza prima dell’Arcigay locale e poi in quello regionale con nel mezzo l’organizzazione del Gay Pride nazionale del 2004 proprio nella città di Grosseto. Sono anni di lotte e profondo impegno che gli permettono di raggiungere una capillare popolarità sul territorio e di maturare esperienze incredibili.

L’impegno partitico nei DS è conseguente ma nei suoi esiti deludente, percepisce che quei valori e quegli ideali tipici dell’associazionismo nei partiti sono spesso sopraffatti dalla lotta di potere, ma nonostante questo la passione lo porta a svolgere alcuni ruoli prima a capo della Sinistra Giovanile poi come Segretario Provinciale di SEL dopo la confluenza dei DS nel PD. Nel 2011 viene eletto in Consiglio Comunale ma nei due anni successivi si consuma lo strappo con SEL e quindi il rientro nel PD con l’obiettivo di dare piccoli ma concreti contributi alla maggioranza dal ruolo nel Consiglio. In anni di antagonismo matura infatti in lui la convinzione che quella direzione sia intimamente sbagliata e che se ha senso un impegno dentro la politica questo non può che concentrarsi nel migliorare il principale partito del centrosinistra, quello è il campo di battaglia che riconosce come utile e vi si butta. Ma la passione è oramai logorata e grandi cambiamenti privati sono in vista.

IL PRIVATO: A novembre 2014 alla fine di una lunga storia durata quasi 9 anni decide di intraprendere un viaggio di tre mesi in Australia per visitare suo fratello al quale lo ha sempre legato un profondissimo legame. Ed è anche per provare a sciogliere i suoi dubbi sul futuro sia politico che personale che decide di partire. E’ da quell’esperienza che nasce il primo libro “Leaving Italy”, è li che torna ad appassionarsi al suo blog e alla scrittura proprio mentre decide di interrompere con un certo tipo di impegno politico attivo che l’ha contraddistinto negli ultimi anni, evidentemente partiti e istituzioni hanno tempi e logiche troppo lontane dal suo modo di essere attuale.